La mountain bike (spesso abbreviata in MTB) è una bicicletta robusta e strutturata ingif-scrivi libro maniera da poter essere usate su percorsi fuori da strade asfaltate, sia in ambiente naturale a basse quote sia in ambiente montano.

A puro titolo di informazione descriviamo una brevissima storia delle origini delle competizioni MTB.]

La mountain bike è stata riconosciuta come sport ufficiale dall’ Unione Ciclistica Italiana nel 1990

E sono stati disputati diversi campionati e coppa del mondo.

Diverse sono le categorie: Cross Country, Downill, Dual Slalom, Four-Cross.

Tra i campionissimi citiamo: tra gli uomini Juli Furtado, Greg Herbold, John Tomac, tra le donne Cindy Devine, Sara Ballantyne.

Ovviamente stiamo parlando di atleti molto forti e che praticano questo sport da veri professionisti, e questo si sa non è il nostro modo di intendere la mountain bike (vedi regolamento).


Elenco in ordine alfabetico dei termini usati nella Mountain Bike:

Archetto: elemento che congiunge i due foderi della forcella

Attacco Manubrio: elemento che collega il canotto dello sterzo alla curva

Bash: anello che serve per proteggere le corone, in genere viene usato al posto della più grande

Bunny hop: salto di un ostacolo effettuato alzando la bici con entrambe le ruote

Cambio: meccanismo che consente di variare la posizione della catena sulla cassetta

Canotto reggisella: Tubo che sostiene la sella

Canotto forcella: tubo che attaccato alla testa della forcella passa attraverso la serie sterzo

Cantilever: freno costituito da due leve che vengono chiuse da un cavetto tirato centralmente verso l’alto (ormai poco usato)

Cassetta: l’insieme degli ingranaggi montati sulla ruota posteriore

Catena: trasmette il moto tra guarnitura e cassetta

Corone: Ingranaggi montati sul movimento centrale

Curva: la parte del manubrio che viene impugnata

Deragliatore: meccanismo che consente di variare la posizione della catena sulle corone della guarnitura

Drop: scendere, saltare giù da un gradino anche di notevole altezza

Elastometri: Elementi in materiale sintetico utilizzati in alcune forcelle ammortizzate

Flat: pedali senza agganci con pins ( piolini di metallo )

Foderi Forcella: parte delle forcella dentro cui scorrono gli steli

Foderi orizzontali: sono i tubi che vanno dal movimento centrale al forcellino

Foderi verticali o pendenti: sono i tubi che vanno dal tubo verticale al forcellino

Forcella: l’elemento che tiene la ruota anteriore, può essere rigida o ammortizzata

Forcellino: particolare del telaio a cui si fissa la ruota posteriore

Full suspended: mountain bike ammortizzata sia davanti che dietro

Gabbia: parte del cambio, dove sono montate le rotelline, in cui passa la catena. Può essere lunga, corta o media

Guarnitura: assieme delle corone (solitamente tre) e delle pedivelle

Lock Out: sistema di bloccaggio della forcella o dell’ ammortizzatore che può essere anche sul manubrio

Movimento centrale: elemento che montato nel telaio collega le pedivelle

Mozzo: Elemento che consente alla ruota di girare e di essere montata sul telaio

Pedali automatici: pedali con sistema per agganciare le scarpe mediante tacchete poste sotto la suola

Pedivelle: leve sulle quali sono montati i pedali

Perno passante: sistema di bloccaggio delle ruote con perno che attraversa il mozzo

Pignoni: ingranaggi che compongono la cassetta (quelli della ruota dietro)

Presta: tipo di valvola per camera d’aria, lunga sottile con (la più comune)

Quick release: sistema rapido di bloccaggio delle ruote con levetta (il più usato)

QR20: sistema rapido di bloccaggio delle ruote con perno passante

Scatola del movimento centrale: la parte del telaio dove si monta il movimento centrale

Schraeder: tipo di valvola smontabile per camera d’aria e per tubeless, come quelle delle auto

Serie sterzo: gruppo che consente di collegare il canotto forcella al telaio e di permetterne la rotazione

Single Track: sentiero dove passa una sola bici (traccia singola)

Steli: parte della forcella che scorre dentro i foderi forcella

Testa forcella: elemento che collega i due steli della stessa

Trick: una figura o evoluzione in generale, ogni trick a un suo specifico nome

Tubeless: tipo di copertone senza camera d’aria. Detto anche Ust.

Tubo obliquo: parte dalla scatola del movimento centrale e arriva al tubo dello sterzo

Tubo orizzontale: il tubo superiore che va dal tubo sterzo al tubo verticale

Tubo dello sterzo: quello in cui viene montata la serie sterzo

Tubo verticale: parte dalla scatola del movimento centrale fino al tubo orizzontale (dove si infila il canotto reggisella)

UST : Copertone senza camera d’aria. Detto anche Tubeless

V-brake: tipo di freno costituito da due leve che vengono chiuse mediante un cavetto tirato da un lato