SCI-ALPINISMOgif-scrivi libro

Lo sci alpinismo o scialpinismo è una delle attività sportive del CAI-Sora. Durante la stagione invernale gli ambienti montani e innevati, stimolano la voglia di immergersi in questa silenziosa natura e di poter sciare in alta-quota. Si utilizzano per questa attività sci e pelli di foca, i quali permettono agevolmente muoversi in questi ambienti.

L’ applicazione di pelli di foca, (inizialmente naturali, poi sostituite da prodotti sintetici) sotto le solette degli sci permettono l’avanzamento e la tenuta anche in salita.

Sin dalle prime ascensioni durante la Prima Guerra Mondiale, per occupare avamposti e mantenere le posizioni strategiche sui monti, i militari già usavano tecniche e materiali idonei, che nel corso del tempo si sono affinate.

Dal dopo guerra in poi si è assistito ad una diffusione su larga scala di appassionati a questa attività invernale. Già nel 1933 si organizzò la prima edizione di quella che sarebbe diventata la più importante competizione di scialpinismo come disciplina agonistica.

Pur essendo diventata una disciplina potenzialmente alla portata di tutti è comunque indispensabile affrontarla con la giusta preparazione psico-fisica, magari insieme a guide alpine o istruttori di scialpinismo del Cai, che con la loro esperienza possono aiutare ed accrescere utili nozioni.

SCI-ESCURSIONISMO

Lo sci escursionismo a differenza dello sci-alpinismo si pratica prevalentemente percorsi liberi, con modesti dislivelli e che possono essere lunghi svariati km.

Per affrontare in sicurezza percorsi fuoripista di questo genere bisogna possedere la padronanza degli sci su neve variabile, implementa anche la conoscenza della montagna d’ inverno, senso di orientamento e saper cogliere i segnali di pericolo per evitare incidenti per se e per altri, e tutto ciò sempre nel rispetto dell’ ambiente (bene prezioso).

SCI-NORDICO O DI FONDO

Rispetto alle altre discipline sportive sopra citate lo sci nordico o di fondo, oggi molto in uso dalla massa di gitanti domenicali, si pratica per motivi di sicurezza su piste battute e definite, ma che risponde alle aspirazioni di chi cerca un’evasione all’ insegna della tranquillità e un intimo contatto con la natura per poterla gustare, conoscerlanza e rispettarla. Sport che impegna, e non poco, le muscolature degli arti inferiori. E’ comunqe fonte di grandi soddisfazioni.

Gli sci per questa disciplina sportiva hanno la caratteristica di essere privi di lamine e l’ uso di scarpette particolari, che si fissano agli sci solo in punta, consentendo al tallone di sollevarsi liberamente.

Per la tecnica classica, gli sci hanno una soletta specifica che impedisce di scivolare all’indietro durante il passo alternato: la parte centrale viene ricoperta da una sciolina particolare (“di tenuta”) o ha delle piccole scaglie rilevate. Quando il peso del corpo poggia su questa zona, lo sci si blocca e non arretra.

Le scarpette sono avvolgenti, ma alte fino alla caviglia.

Per la tecnica pattinata, le scarpe hanno un gambaletto più alto, la soletta degli sci è uniformemente liscia. La presa sulla neve viene garantita dalla disposizione obliqua e dalla presa di spigolo degli sci.