Siete nella Home Page del CAI Sora

Navigando nelle varie sezioni potete:

Leggere notizie riguardanti la nostra sezione, gli articoli sono suddivisi per categoria: Alpinismo, sci-alpinismo, Gruppo Sportivo di Alpinismo, Escursionismo, Mountain Bike, Gallerie Immagini, Riviste, Avvisi.
Visualizzare immagini delle apposite gallerie con inediti slide motion,
Visualizzare e sfogliare il programma gite e la nostra rivista “Il Nibbio”,
Effettuare dei Download per scaricare: modulistica – programma gite – rivista “Il Nibbio”

 
 


Programma Gite in dettaglio
Autore :
• martedì, 26 luglio 2016
Data: 31 luglio 2016
Escursione: Santuario della Madonna del Tranquillo (PNALM)

 


Difficoltà: E
Dislivello in salita: 600 m
Tempo di percorrenza: 3.00 ore (circa)


Accompagnatori:
Nerio Caringi, cell. 331 4519465-389 8084857

Per motivi organizzativi, ai partecipanti dell’ escursione è richiesto di comunicare agli accompagnatori la propria adesione.


Descrizione:

In occasione della tradizionale festa della Madonna del Tranquillo (Pescasseroli-AQ) si propone questa bella e “tranquilla” escursione. Parcheggiate le auto presso il Ponte del Nibbio (m. 1031)(SS.666 per Pescasseroli)   si prende il sentiero Q7  che sale dolcemente, seguendo una larga e comoda sterrata, all’ombra di un bosco di pini, fino ad arrivare alla bella  Valle Lattara (m.1569) dove, dopo un breve riposo presso l’omonimo rifugio, si riparte  sempre per il sentiero Q7 fino ad arrivare nei pressi di un grosso cumulo di pietre  e da qui si segue  il sentiero C3 che ci porta al Valico di Monte Tranquillo e di seguito, in breve discesa, al Santuario della Madonna del Tranquillo (m.1597). Nell’attesa che verso le ore 12,00 arrivi la processione con la statua della Madonna, proveniente da Pescasseroli, si può raggiungere la cima di Monte Tranquillo (m. 1841). Dopo l’arrivo della processione, assistito alla S. Messa, e aver mangiato e riposato, si può tornare indietro per lo stesso percorso fatto all’andata.
L’escursione non presenta difficoltà tecniche, ma occorre buon allenamento!


Ritrovo: Piazza San Lorenzo – Sora (FR)

Appuntamento: ore 07.15   – partenza ore 07.30

Pranzo: Pranzo al sacco

Mezzi per lo spostamento: Mezzi propri


Equipaggiamento:

Abbigliamento alta montagna, guanti, cappello, occhiali da sole, creme solari e bastoncini da trekking.

Si ricorda che le coperture assicurative operano esclusivamente nei confronti dei soci in regola con il pagamento del bollino sociale e che i non soci che vogliono partecipare devono prenotarsi il venerdi precedente la data dell’escursione in modo che la sezione possa attivare l’assicurazione nei loro confronti, dietro versamento di € 7.00.


Mappa dell’Escursione :

Scarica la descrizione completa dell’escursione e la relativa mappa:

[dm]Y[/dm]


Immagini dell’Escursione:

We cannot display this gallery

Disponibili non appena possibile.

Programma Gite in dettaglio
Autore :
• lunedì, 18 luglio 2016
Data: 24 luglio 2016
Escursione: Monte Prena (m.2561) gruppo del Gran Sasso—Percorso A:Via Normale—Percorso B:Via Cieri

A CAUSA DELLE PREVISTE CATTIVE CONDIZIONI METEO L’ESCURSIONE E’ RINVIATA AD ALTRA DATA


Difficoltà: EE
Dislivello in salita: 816 m
Tempo di percorrenza: 7.00 ore (circa) A/R


Accompagnatori:

Domenico Castellucci, cell. 335 8025627—Simona Prosperi, cell.333 6206126

Per motivi organizzativi, ai partecipanti dell’ escursione è richiesto di comunicare agli accompagnatori la propria adesione.


Descrizione: Autostrada per L’Aquila, uscita Assergi per Campo Imperatore, località Fonte Vetica. Raggiunta la località si entra per sterrato di circa 2,00 km. fino al La Fornaca (miniera di lignite) (m. 1745) ( sono necessarie macchine alte). Dalla piazzola di parcheggio iniziano i percorsi. L’ escursione è programmata su due percorsi nell’ambiente spettacolare classico del Gran Sasso di tipo dolomitico tra pinnacoli, guglie, canali, canalini e scivoli d’acqua. Sulla vetta lo spettacolo è da mozzafiato.

 ***PERCORSO A, (Via Normale)—Tipo EE

Su sentiero CAI n. 7  al vado di Ferruccio (m.2233) e n. 7a per la vetta. Dal parcheggio è evidente il sentiero con la giusta segnaletica. Una volta al Vado , siamo su percorso del Centenario, si sale a Sx su un altro altopiano (m. 2367), la vetta è in alto a Sx  e si raggiunge inerpicandosi fra detriti e sfasciumi su tracce di sentiero da superare con attenzione.

ACCOMPAGNATORE: Simona Prosperi, cell. 333 6206126—Tempo di Salita: ore.3.30

 ***PERCORSO B, (Via Cieri)—Tipo EE.

Salita su percorso con tracce di sentiero  e superamento di rocce, paretine e canali in ambiente affascinante. La salita a tratti faticosa stimola i propositi di ogni escursionista che vuole cimentarsi  su percorsi diversi offerti dal nostro Gran Sasso. L’ascensione sbuca sulla vetta dell’Infornace (m. 2469), siamo sul percorso del Centenario, e da lì per cresta aerea , si raggiunge la vetta del Prena. (NB: la salita per questo tipo di via non è consentita , per varie ragioni, ad un gruppo numeroso . Al momento sarà l’accompagnatore guida a decidere il numero dei partecipanti, necessariamente soci CAI.

ACCOMPAGNATORE: Domenico Castellucci, cell. 335 8025657—Tempo di Salita:ore 4.00.

I due gruppi possono ricongiungersi sulla vetta del Prena per poi scendere su sentiero

L’escursione non presenta difficoltà tecniche, ma occorre buon allenamento!


Ritrovo: Piazza San Lorenzo – Sora (FR)

Appuntamento: ore 05.45  – partenza ore 06.00

Pranzo: Pranzo al sacco

Mezzi per lo spostamento: Mezzi propri


Equipaggiamento:

Abbigliamento alta montagna, guanti, cappello, occhiali da sole, creme solari e bastoncini da trekking.

Si ricorda che le coperture assicurative operano esclusivamente nei confronti dei soci in regola con il pagamento del bollino sociale e che i non soci che vogliono partecipare devono prenotarsi il venerdi precedente la data dell’escursione in modo che la sezione possa attivare l’assicurazione nei loro confronti, dietro versamento di € 7.00.

 


Mappa dell’Escursione :

Scarica la descrizione completa dell’escursione e la relativa mappa:

[dm]Y[/dm]


Immagini dell’Escursione:

We cannot display this gallery

Disponibili non appena possibile.

Programma Gite in dettaglio
Autore :
• mercoledì, 13 luglio 2016
Data: 16 e 17 luglio 2016
Escursione: Notturna Campocatino-La Monna

 


Difficoltà: EE
Dislivello in salita: 760 m
Tempo di percorrenza: 5.00 ore A/R (circa 15 km)


Accompagnatori:

Aldo Casinelli, cell. 331 7205871

Per motivi organizzativi, ai partecipanti dell’ escursione è richiesto di comunicare agli accompagnatori la propria adesione.


Descrizione:

Bella e piacevole passeggiata interamente panoramica a cavallo tra la Val Roveto e la  Valle del Fiume Cosa.

             Dal Rifugio  Calderari  si sale ad una  larga sella (1905 s.l.m.) toccando la vetta di M. Vermicano dalla quale ci si affaccia sul ripido ed omonimo Fosso   che  scende su  Guarcino. Proseguendo per il  sentiero in breve raggiungiamo la strada sterrata Campo Catino – Campovano. La strada sale ad una seconda sella, tocca un bivio (la strada di sinistra è quella della fonte del Pozzotello) e continua a destra, con panoramico percorso a mezza costa, fino all’ampio pianoro del Campovano. Si continua traversando il pianoro, si oltrepassa il poco marcato Passo Del Diavolo e si continua con una  ripida salita che porta alla cresta rocciosa che collega la q. 1948 al Fanfilli (1952 s.l.m.) si scende alla sella 1888 m. per risalire (in 10 min. circa) alla Croce più spettacolare dei Monti Ernici (quota 1952)  Alle ore 05:50 sorgerà il sole: il panorama lascerà senza fiato. Cominciando da Sud e fino a completare il giro della rosa dei punti cardinali: Vico, Alatri, Frosinone, i Monti Lepini, il promontorio del Circeo con le Isole Pontine!!!, il Lago di Canterno, Trivigliano e Torre Cajetani, i Monti Tiburtini,   le    propaggini  di Roma, Monte Vermicano e la strada appena percorsa, i monti Rotonaria, Passeggio e Ginepro, l’altopiano di San Nicola…….. Dopo aver ammirato tanto, sicuramente a malincuore riprenderemo la via del ritorno…

L’escursione non presenta difficoltà tecniche, ma occorre buon allenamento!


Ritrovo: Piazza San Lorenzo – Sora (FR)

Appuntamento: Giorno 16: ore 23.00  – partenza ore 23.20

Pranzo: Pranzo al sacco- anche per la cena e per la colazione della mattina successiva.  

Mezzi per lo spostamento: Mezzi propri


Equipaggiamento:
Abbigliamento media montagna, guanti, cappello, occhiali da sole, creme solari, bastoncini, scarpe da trekking e acqua da l a 2 litri. Lampada per l’illuminazione notturna con qualche scorta di batterie.

 


Mappa dell’Escursione :

Scarica la descrizione completa dell’escursione e la relativa mappa:

[dm]Y[/dm]


Immagini dell’Escursione:

We cannot display this gallery

Disponibili non appena possibile.

Programma Gite in dettaglio
Autore :
• giovedì, 7 luglio 2016
Data: 10 luglio 2016
Escursione: ROCCA ALTIERA (PNALM)

 LA PRESENTE ESCURSIONE VIENE RIPROPOSTA AL POSTO DELLA TRAVERSATA BARREA-CANNETO


Difficoltà: EE
Dislivello in salita: 950 m
Tempo di salita: 3.30 ore


Accompagnatori:
Aldo Casinelli, cell. 331 7205871

Per motivi organizzativi, ai partecipanti dell’ escursione è richiesto di comunicare agli accompagnatori la propria adesione.


Descrizione:
Si percorre in auto l’ampia strada per la Val Canneto per circa 5 Km, fino a trovare sulla sinistra un’evidente strada bianca quota 1050 m circa. Parcheggiata l’auto, a piedi si imbocca la sterrata caratterizzata da una sbarra aperta seguendo il sentiero O6. Si sale prima a mezza costa poi a tornanti lungo la dorsale Sud della montagna, dopo 30 minuti di marcia si arriva ad un bivio, si va  a destra (la sterrata di sinistra, molto più ampia e marcata, porta alla Fonte della Rocca 1176 m). La strada, a tratti cementata, entra e esce dal bosco, si inerpica con tornanti su ripide e panoramiche radure,  infine esce definitivamente dalla macchia e tocca la Fonte Palmelle 1665 m dove si fa rifornimento d’acqua. Poco avanti si giunge alla fine della carrabile presso la Fonte Casalorda 1713 m (che si trova in uno spiazzo pochi metri più in basso a sinistra). In questo luogo c’è una grande cisterna alimentata dalla vecchia Fonte Casalorda (che si trova più a monte, quota 1750 m), un piccolo ricovero aperto ed un impianto di telecomunicazione. Si continua su un sentiero a mezza costa, in direzione Nord, che risale la dorsale Casalorda fino ad un’altra antenna posta in un pianoro a quota 1800 m. Sempre seguendo il sentiero P.N.A.L.M. O6 si attraversa una zona distinta da una miriade di rocce affioranti, la traccia diventa poco evidente e bisogna districarsi tra queste rocce fino al Guado delle Capre 1926 m, si scende di pochi metri nell’altro versante proseguendo in direzione Nord, si attraversano dei piccoli, caratteristici, pianori e si giunge sul Monte Rocca Altiera 2018 m. Ottima vista sulle Mainarde, Meta , Tartaro, Altare, Petroso, Forca Resuni, Capraro, Balzo della Chiesa. Per il ritorno, il capo gita, valuterà di scendere per Colle Bernardo fino alla Fonte Canari (inizio sentiero per il rifugio di Valle
L’escursione non presenta difficoltà tecniche, ma occorre buon allenamento!


Ritrovo: Piazza San Lorenzo – Sora (FR)

Appuntamento: ore 06.45  – partenza ore 07.00

Pranzo: Pranzo al sacco

Mezzi per lo spostamento: Mezzi propri


Equipaggiamento:

Abbigliamento alta montagna, guanti, cappello, occhiali da sole, creme solari e bastoncini da trekking e acqua.


Mappa dell’Escursione :


Scarica la descrizione completa dell’escursione e la relativa mappa:

[dm]Y[/dm]


Immagini dell’Escursione:

We cannot display this gallery

Disponibili non appena possibile.

Programma Gite in dettaglio
Autore :
• giovedì, 30 giugno 2016
Data: 10 luglio 2016
Escursione: Traversata: Barrea-Valle di Canneto

L’ESCURSIONE E’ RIMANDATA  AD ALTRA DATA PER NON AVER RAGGIUNTO IL NUMERO DI PARTECIPANTI


Difficoltà: EE
Dislivello in salita: 1000 m
Tempo di percorrenza: 07.00 ore


Accompagnatori:

Aldo Casinelli, cell. 331 7205871

Per motivi organizzativi, ai partecipanti dell’ escursione è richiesta la PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA entro 05 luglio con versamento contestuale della quota di partecipazione : Soci CAI  €  18.00 – Per congiunti non iscritti dei soci € 18.00+7.00 per assicurazione–Non Soci  € 20.00+7.00 per quota assicurativa. Prenotazione rivolgersi: Aldo Casinelli, Donato Biganzoli o presso la sede CAI, Via Valfrancesca n.7, negli orari di apertura.( I soci CAI hanno la precedenza di prenotazione) L’escursione sarà effettuata se i posti saranno prenotati entro il 05 luglio.

 

Descrizione:

L’escursione ha inizio nei pressi di un piccolo manufatto in cemento adibito a presa dall’acquedotto (Fonte Sambuco, 1141 m.). Da qui parte il sentiero segnalato come K6, inizialmente su una sterrata sulla cui destra spicca il lago di Barrea e, l’omonimo paese… Dopo circa 1 Km, nei pressi della sorgente delle donne, si devia a sinistra sul sentiero K5 e, si entra nella suggestiva Valle dell’Inferno.
Inizialmente il sentiero risale sul letto di un torrente, ormai senz’acqua da molto tempo… il percorso è in costante salita e si inoltra in un bosco sempre più fitto composto da aceri e faggi… gli ultimi tratti della salita sono decisamente più impegnativi… con alcuni tornantini si raggiunge la Madonna delle Grazie, un’effige incastonata nella roccia posta nel 1941 e conosciuta anche come la Madonna del Buon Passo a protezione dei viandanti.
Ancora un tratto di salita, molto più dolce, e si arriva sulla sommità della valle del Lago Vivo a quota 1656 m. per poi tornare a scendere nella conca del lago posto a quota m.1591.

.. Si contorna il lago da Sud a trovare la piccola Fonte degli Uccelli la quale garantisce acqua tutto l’anno…  si continua in direzione Ovest, tagliando il bosco di Selva Bella, si lascia il sentiero K4 per il K3 che attraversa la Valle Lunga ci conduce al Valico Altare- Petroso quota 2118 contornando molteplici dossi morenici. Attraversato il valico (qui c’è la possibilità di incontrare camosci al pascolo) il sentiero torna ad essere sassoso, scende lungamente a mezza costa e nel punto più basso, quota 1770 m, passa accanto ai ruderi di un grosso stazzo (a sinistra abbiamo la lunga dorsale che dal Monte la Meta porta sul Monte Petroso). Raggiunta la sorgente di Fonte Chiariglio si prende il sentiero N3 che scende in fondo fino alla Valle Canneto dove ha termine l’escursione.

L’escursione non presenta difficoltà tecniche, ma occorre buon allenamento.  Soprattutto perché esposto al sole.    

 


Ritrovo: Piazza San Lorenzo – Sora (FR)

Appuntamento: ore 06.00  – partenza ore 06.15

Pranzo: Pranzo al sacco

Mezzi per lo spostamento: Con pullman da 26 posti.


Equipaggiamento:

Abbigliamento alta montagna, guanti, cappello, occhiali da sole, creme solari, bastoncini da trekking e acqua..


Mappa dell’Escursione :

Scarica la descrizione completa dell’escursione e la relativa mappa:

[dm]Y[/dm]


Immagini dell’Escursione:

We cannot display this gallery

Disponibili non appena possibile.